NEWS FGU MESSINA

01 Ottobre 2021 – Nota FGU Inconferibilità incarico di Direttore Generale dell’ Università di Messina violazione art. 4 D. Lgs. 39/2013

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento
della Funzione Pubblica
protocollo_dfp@mailbox.governo.it

All’Autorità Nazionale Anticorruzione
protocollo@pec.anticorruzione.it

Alla Ministra dell’Università e della Ricerca
mur.gabinetto@postacert.istruzione.it

Al Magnifico Rettore Università degli Studi di Messinaprotocollo@pec.unime.it

Alla Procura Regionale della Corte dei Conti – Sicilia
sicilia.procura@corteconticert.it

Al Presidente della Commissione d’inchiesta e vigilanza
sul fenomeno della mafia e della corruzione ARS-Sicilia
commissioneantimafia.sicilia@pec.it

Alla Procura della Repubblica di Messina per mezzo del
Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di
Finanza di Messina
ME1450000P@PEC.GDF.IT

Prot. n. 78/CA2021 

Oggetto: inconferibilità incarico di Direttore Generale dell’Università degli Studi di Messina, avv. Francesco Bonanno – violazione art. 4 D. Lgs. 39/2013.

          L’Università degli Studi di Messina, con decreto n. 2396 del 7 novembre 2018, emanava avviso pubblico di selezione per il conferimento dell’incarico di Direttore Generale a seguito della delibera del Consiglio di Amministrazione del 30 ottobre 2018. Tale avviso riportava all’art. 1 comma 2 “l’incarico è conferito dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo, su proposta del Rettore…”, inoltre all’art 6 (inconferibilità e incompatibilità) prevedeva “L’incarico di Direttore Generale non può essere conferito nei casi previsti dal D.lgs. n. 39/2013. Il rapporto con l’Università è di natura esclusiva ed è incompatibile con qualsiasi altro rapporto di lavoro, pubblico o privato, o con l’esercizio di qualsiasi attività libero-professionale, ferme restando le ulteriori cause di incompatibilità previste dal D.lgs. n. 39/2013”.
       La verifica del possesso dei requisiti e dei titoli, è effettuata dal Rettore, come previsto dall’art. 4 del regolamento conferimento incarico di Direttore Generale ai sensi dell’art. 14 dello Statuto di Ateneo, emanato con D.R. n. 1644 del 22 giugno 2012.
       Nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 21.12.2018 (allegato 1), il Rettore, Prof. Salvatore Cuzzocrea, proponeva il conferimento dell’incarico di Direttore Generale dell’Ateneo all’Avv. Francesco Bonanno, il quale nello stesso giorno stipulava il contratto di lavoro individuale di diritto privato a tempo determinato per la durata di tre anni con decorrenza 31 dicembre 2018.
        Premesso che l’art. 4 del D. Lgs. N. 39/2013 (Inconferibilità di incarichi nella amministrazioni statali, regionale e locali a soggetti provenienti da enti di diritto privato regolati o finanziati) stabilisce: “1. A coloro che, nei due anni precedenti, abbiano svolto incarichi e ricoperto cariche in enti di diritto privato o finanziati dall’amministrazione o dall’ente pubblico
che conferisce l’incarico ovvero abbiano svolto in proprio attività professionali, se questa sono regolate, finanziate o comunque retribuite dall’amministrazione o ente che conferisce l’incarico, non possono essere conferiti: a) gli incarichi amministrativi di vertice nelle amministrazioni statali, regionali e locali; b) gli incarichi di amministratore di ente pubblico, di livello nazionale, regionale e locale; c) gli incarichi dirigenziali esterni, comunque denominati, nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici che siano relativi allo specifico settore o ufficio dell’amministrazione che esercita i poteri di regolazione e finanziamento”.
      Considerato che:
– Dal curriculum del Direttore Generale, Avv. Francesco Bonanno (allegato 2), risulta l’incarico di liquidatore della società “UniMeLab S.r.l.”; società a capitale interamente pubblico, di cui titolare del 100% è l’Università degli Studi di Messina, costituita con delibera del C.d.A. del 22.06.2016, senza scopo di lucro, sottoposta al “controllo analogo dell’Ateneo” e operante secondo il modello house providing;
– con delibera del CdA del 12.06.2018 (allegato 3), l’Ateneo, su proposta del Rettore, dava  mandato al delegato della società UniMeLab s.r.l. di nominare nella Assemblea straordinaria, quale liquidatore della Società l’Avv. Francesco Bonanno;
– con delibera del 20.07.2018 il CdA (allegato 4) approvava l’erogazione del finanziamento di € 8.000,00 alla società UniMeLab s.r.l. per far fronte ai debiti della società e alle spese di liquidazione, tra le quali risulta anche l’incarico professionale al liquidatore, retribuito per un importo pari a € 1.040,00 oltre IVA e oneri a carico del professionista legale;
– con delibera del CdA del 08.05.2018 (allegato 5), su proposta del Rettore, veniva conferito un incarico di consulenza e assistenza allo studio legale Seas-Sanzo e Associati, in merito alla società partecipata dall’Università InnovaBic S.r.l., per la individuazione della procedura di ristrutturazione del debito più adeguata. Per tale incarico veniva riconosciuto un compenso onnicomprensivo lordo di € 6.000,00, oltre IVA e oneri a carico dei professionisti legali;
– con delibera del CdA del 28 giugno 2018 (allegato 6), veniva dato mandato al Rettore di valutare le possibili soluzioni della crisi della sopra menzionata società partecipata InnovaBic S.r.l., sulla base del report “assunto al protocollo di Ateneo al n. 49444 del 28 giugno 2018, del suindicato studio legale rappresentate le valutazioni formulate dagli Avvocati Francesco Bonanno e Antonio Salvia”;
– l’Avv. Francesco Bonanno, in data 28 dicembre 2018, dichiarava ai sensi dell’art. 20 del D. Lgs. 39-2013 di non trovarsi in alcuna delle condizioni di inconferibilità (allegato 7), rilasciando di fatto dichiarazioni mendaci;
– oltre a ricoprire l’incarico di Direttore Generale dell’Università degli Studi di Messina a far data dal 31 dicembre 2018, l’Avv. Francesco Bonanno è anche il Responsabile della Prevenzione e della Corruzione dell’Ateneo e nell’adunanza del 27 luglio 2021 il Consiglio di Amministrazione, gli ha rinnovato l’incarico di Direttore Generale per ulteriori tre anni.
      Pertanto, la scrivente O.S. segnala alle Autorità Competenti che, l’incarico di Direttore Generale all’Avv. Francesco Bonanno, proposto dal Magnifico Rettore, Prof. Salvatore Cuzzocrea, e conferito dal Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Messina, nell’adunanza del 21 dicembre 2018, così come quello di conferma di cui all’adunanza del Consiglio di Amministrazione del 27.07.2021, risultano essere affidati in violazione dell’art. 4 del D. Lgs. 39/2013, e inoltre

CHIEDE

l’immediata applicazione della nullità del contratto di lavoro del Direttore Generale, Avv. Francesco Bonanno, come previsto dall’art. 17 del D. Lgs. 39/2013 per violazione della disposizione dell’art. 4 dello stesso decreto, nonché l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 18 commi 1 e 2 per i componenti del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Messina per aver conferito tale incarico.

Distinti saluti

Messina 1 ottobre 2021

Il Coordinatore Nazionale FGU
Paolo Todaro

SCARICA Inconferibilità incarico DG Università di Messina

LEGGI ANCHE: