ATTIVITA' RSU-ATENEO

17 Luglio 2021 – Nota FGU Richiesta di confronto criteri graduazione incarichi personale EP

Al Magnifico Rettore
Università degli Studi di Messina
protocollo@pec.unime.it

Al Direttore Generale
Università degli Studi di Messina
protocollo@pec.unime.it

Al Collegio dei Revisori dei Conti
Università degli Studi di Messina
protocollo@pec.unime.it

Alla Corte dei Conti Sezione di Controllo-Sicilia
sicilia.controllo@corteconticert.it

Prot. n. 66/CA2021

Oggetto: Procedura di confronto ex art. 6 del CCNL 2016-2018 Comparto Istruzione e Ricerca. Criteri generali per il conferimento degli incarichi al personale di categoria EP. – Rinnovo criteri previsti dal Regolamento oggetto di concertazione del 20 giugno 2003. Esecuzione Ordinanza Giudice del Lavoro del 8 giugno 2021.

     Con nota prot. 84342 del 01.07.2021, il Direttore Generale dell’Università degli Studi di Messina, inviava alle OO.SS. e alla RSU una procedura di confronto in merito a “criteri generali per il conferimento degli incarichi al personale di categoria EP – rinnovo criteri previsti da Regolamento oggetto di concertazione del 20 giugno 2003 – Esecuzione ordinanza Giudice del Lavoro del 08.06.2021”. Attraverso tale procedura di confronto si volevano riconfermare i criteri, ampiamente superati per effetto dei cambiamenti normativi, del regolamento del 20 giugno 2003.
     Replicava la scrivente O.S. con nota prot. 60/CA2021, con la quale chiedeva l’invio della documentazione: a) ordinanza del 8 giugno 2021, b) regolamento di Ateneo contenente i criteri generali del 20.06.2003, c) regolamento conferimento, revoca e graduazione incarichi personale categoria EP art. 23 CCI di Ateneo, sottoscritto il 10.02.2020. Si chiedeva inoltre l’interruzione dei termini della procedura di confronto e la decorrenza dalla data di invio della documentazione.
    In data 13.07.2021 il Direttore Generale dell’Ateneo, inviava a mezzo PEC alla scrivente O.S., una parte della documentazione richiesta e precisava che attualmente trova applicazione il regolamento ex Accordo sindacale del 20.06.2003.
     A tal proposito si precisa che dall’Ordinanza di accoglimento del Giudice del Lavoro del 08.06.2021, la ricorrente rileva violazione della normativa contenuta nel combinato disposto degli artt. 75 CCNL 2006-2009 e dell’art. 23 del CCIA del 10.02.2020, predisposizione dei criteri per l’assegnazione degli incarichi dirigenziali al personale di categoria EP nonché dell’art. 42 co 6 lett. e) ed f) per il mancato confronto con le OO.SS. e la RSU.
     In merito all’improvvida affermazione del Direttore Generale, secondo la quale ancora oggi trova applicazione l’ipotetico accordo sindacale del 2003, si espone quanto segue:
– L’allegato regolamento ex Accordo sindacale del 20.06.2003, non sottoscritto dalla scrivente O.S. poiché non rappresentativa a quella data, risulta privo di data, firme, protocollo e decreto o delibera del Consiglio di Amministrazione, pertanto non ha alcun valore giuridico;
– Implicitamente la Direzione Generale afferma che il regolamento previsto dall’art. 23 del CCI di Ateneo sottoscritto il 10.02.2020 non è stato emanato;
– Dal verbale relativo al punto VII dell’Odg del CdA del 06.07.2020 (retribuzione di posizione personale EP – determinazioni 2019) risulta che sia stata deliberato: di procedere, in via transitoria, per l’anno 2019 alla individuazione della retribuzione di posizione, tenendo conto dei criteri stabiliti nell’anno 2013 e riportati negli anni successivi, in rapporto a ciascuna tipologia di incarico assegnato e in ragione della desumibile corrispondenza degli attuali con quelli in precedenza e di nominare una commissione di supporto con il compito di individuare, entro il 15 luglio (2020), la graduazione nella rispettiva fascia della retribuzione di posizione, in rapporto a ciascuna tipologia di
incarico attribuito al personale della cat. EP;
– Difatti, nella successiva seduta del CdA del 27 luglio sono stati approvati i lavori della commissione di supporto per la graduazione del fasce anno 2019 del personale di cat. EP e la liquidazione della relativa retribuzione di posizione di risultato. Dalla relazione istruttoria allegata, risulta inoltre riportato in premessa che il regolamento risalente all’accordo del 20.06.2003 risulta superato per effetto dei cambiamenti normativi e dalle disposizioni contenute nell’SMVP e delle diverse modifiche all’assetto organizzativo medio tempore intervenute;
– Il Direttore Generale nella circolare n. 3 del 27.02.2020, prot. 22593 relativa al Contratto Collettivo integrativo di Ateneo 2020-2022, affermava che il 10 febbraio 2020 è stato stipulato il CCI, la cui decorrenza è stata fissata al giorno successivo a quello della stipula;
– Dal 11.02.2020 pertanto occorreva emanare il regolamento per il conferimento e la revoca degli incarichi al personale di cat. EP, nonché i criteri generali per la graduazione degli incarichi, tra l’altro oggetto di confronto con le OO.SS. e la RSU ai sensi dell’art. 42 comma 6 lett. e) ed f) del CCNL 2016-2018;
– Così come riportato dall’art. 27 dello stesso CCI, a partire dall’entrata in vigore, cessa l’efficacia dei regolamenti e delle circolari di Ateneo nelle parti in contrasto con lo stesso accordo.
     Risulta infine alla scrivente O.S., che per l’anno 2020, sia stato già predisposto il pagamento dell’indennità di retribuzione di risultato e di retribuzione di posizione variabile per il personale di cat. EP, si chiede pertanto alla Direzione Generale e al Magnifico Rettore di conoscere la percentuale utilizzata nonché le modalità di pesatura delle singole posizioni utilizzate.
     Questa O.S., chiede il confronto sulla materia in oggetto, ai sensi dell’art. 6 del CCNL 2016-2018 comparto Istruzione e Ricerca.

Distinti saluti

Messina 17 luglio 2021 

Il Coordinatore FGU
Paolo Todaro

SCARICA Richiesta confronto criteri graduazione incarichi personale EP