NEWS FGU MESSINA

06 Luglio 2020 – Nota FGU Dip. Università di Messina su Rinnovo progetto “Preparazione farmaci biologici centralizzata” anno 2020

All’Assessore Regionale della Salute-Sicilia
assessorato.salute@certmail.regione.sicilia.it

Al Ministro della Salute
seggen@postacert.sanita.it

Al Ministro per la Pubblica Amministrazione
protocollo_dfp@mailbox.governo.it

Al Ministero dell’Economia e delle Finanze
Dip. Ragioneria Generale dello Stato
mef@pec.mef.gov.it

All’Autorità Nazionale Anticorruzione
protocollo@pec.anticorruzione.it

Alla Procura Regionale della Corte dei Conti-Sicilia
sicilia.procura@corteconticert.it

Al Presidente della Commissione d’inchiesta e
vigilanza sul fenomeno della mafia e della
corruzione ARS-Sicilia
commissioneantimafia.sicilia@pec.it

Alle Procure della Repubblica c/o il Tribunale di
Messina e Reggio Calabria
prot.procura.messina@giustiziacert.it
prot.procura.reggiocalabria@giustiziacert.it


Prot. n. 41/CA 2020

Oggetto: Rinnovo progetto “Preparazione farmaci biologici centralizzata” – Anno 2020 A.O.U. Policlinico “G. Martino” Messina.

Il Direttore Generale dell’AOU Policlinico di Messina, dott. Giuseppe Laganga Senzio, con delibera n. 825 del 05.06.2020 (Allegato 1), pochi giorni prima delle proprie dimissioni, avvenute formalmente in data 30.06.2020, ha autorizzato il rinnovo del progetto “preparazione farmaci biologici centralizzata” per l’anno 2020, stimando il valore per complessivi 90.300,00 €, di cui 31.800,00 per il personale della dirigenza sanitaria (2 dirigenti) e 58.500,00 per il personale del comparto (7 unità di personale), e affermando inoltre che “tale costo sarà finanziato con il risparmio derivante dall’effettuazione delle stesse attività”. A corredo della stessa delibera viene precisato che “le attività dovranno essere espletate in extradebito orario e registrate sul sistema di rilevazione presenze mantenendo il rispetto del limite massimo orario di 48 ore settimanali; nonché evidenziato che nei periodi in cui i dipendenti partecipanti al progetto, autorizzati ad espletare attività lavorativa in smart working, gli stessi non possono espletare attività extradebito orario né attività correlata a progetti obiettivo”.
La scrivente O.S. precisa che il responsabile del progetto summenzionato, è il Prof. Salvatore Cuzzocrea, Prof. Ordinario di Farmacologia, titolare di Programma Interdipartimentale denominato “Allestimento centralizzato per la preparazione di farmaci antiblastici”, afferente al Dipartimento di Scienze Biologiche ed Ambientali dal 2012 ad oggi, vice direttore dello stesso Dipartimento nel periodo 2012-2015, nonché Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Messina dal 18.04.2018.
Già con nota prot. n. 7/CA del 17 febbraio 2020 (Allegato 2) la scrivente O.S., a seguito di richiesta del Direttore Generale sulla condivisione del suindicato progetto (Allegato 3), aveva espresso il proprio disappunto in merito all’utilizzo dei fondi, sul divieto posto dalle normative sui progetti in generale e sul vantato presunto risparmio dichiarato dal Responsabile del Programma; inoltre richiamava la legislazione vigente sull’assegnazione dei Programmi Interdipartimentali, specificando che l’assegnazione viene conferita ai professori ordinari che non hanno avuto incarichi di Unità Operative ed afferenti alla ex Facoltà di Medicina e Chirurgia. Tale nota concludeva con una serie di interrogativi al Direttore Generale sulla titolarità del Programma Interdipartimentale assegnato, sulla remunerazione dell’indennità di equiparazione assistenziale ai sensi della legge 200/70 e dell’art. 31 del DPR 761/79, se negli anni 2018 e 2019 fosse stato remunerata la quota di progetto obiettivo al Prof. Salvatore Cuzzocrea e se tutto ciò fosse compatibile con la carica ricoperta di Magnifico Rettore. A tutt’oggi questa O.S. non ha ricevuto alcun riscontro né sugli interrogativi posti né sulla documentazione richiesta.
Al Prof. Salvatore Cuzzocrea, pur non avendo mai fatto parte della ex Facoltà di Medicina, è stato affidato dapprima un incarico libero-professionale di Responsabile UFA con delibera del Commissario Straordinario n. 522 del 27.04.2012, successivamente con delibera n. 25 del 08.01.2013 (Allegato 4) allo stesso è stato attribuito l’incarico di Programma Interdipartimentale, rinnovato poi nel 2016 e riconfermato per la durata di tre anni con Delibera del C.S. n. 204 del 06.02.2019 (Allegato 5). La ulteriore e gravosa peculiarità dell’ultimo rinnovo avvenuta in data 06.02.2019 evidenzia che: a) il Prof. Salvatore Cuzzocrea in tale data già ricopriva la carica di Magnifico Rettore e pertanto, in pieno conflitto di interessi con l’art. 9 punto 6 del Protocollo d’intesa tra Regione Sicilia e Università di Messina, in relazione all’intesa tra Direttore Generale e Rettore (la stessa superata peraltro mediante firma del Vicario); b) che il parere vincolante per l’assegnazione del Programma allo stesso Professore perveniva al Direttore Generale con nota del 22.01.2019 a firma del Presidente della SIR (Prof. Antonio Toscano) anziché da parte del Consiglio della SIR.
Infatti il regolamento della Struttura Interdipartimentale di Raccordo (S.I.R.) “Facoltà di Medicina”, emanato con D.R. n. 1867 del 16 settembre 2016 (Allegato 6), all’art. 1 definisce “i Dipartimenti raggruppati ai fini didattici (Scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle immagini Morfologiche e Funzionali; Medicina Clinica e Sperimentale; Patologia Umana dell’adulto e dell’età evolutiva “Gaetano Barresi”)”, e all’art. 3 sancisce i compiti del Consiglio della SIR, ai sensi dell’art. 38 dello Statuto dell’Università di Messina, tra i quali quello di esprimere “parere obbligatorio per l’attribuzione delle Responsabilità di Programmi”.
Il Consiglio SIR nell’adunanza del 10 aprile 2019, al punto 5 dell’odg prevedeva il parere sulla conferma dell’incarico di Responsabile del Programma Interdipartimentale al Prof. Salvatore Cuzzocrea dal titolo “Allestimento Centralizzato per la preparazione farmaci antiblastici”, approvato all’unanimità nella stessa seduta e trasmesso con allegato omissis del verbale in data 07.05.2019 dal Presidente della SIR (Prof. Antonio Toscano) al Commissario Straordinario dell’AOU (Allegato 7), facente parte come allegato di altra delibera C.S. n. 765 del 27.05.2019 di assegnazione di un Programma ad un altro docente. In pratica la delibera del Direttore Generale di assegnazione del Programma al Prof. Salvatore Cuzzocrea (06.02.2019) è stata emanata senza il previsto parere obbligatorio del Consiglio SIR, bensì sul solo parere del Presidente che non ne aveva facoltà; inoltre i componenti il Consiglio SIR hanno di fatto espresso un parere obbligatorio e vincolante su un Programma assegnato ben 4 mesi prima.
Occorre ribadire che, l’art. 5 del D.Lgs 517/99 recita: “ I professori e i ricercatori universitari, che svolgono attività assistenziale presso le aziende ospedaliere universitarie sono individuati con apposito atto del direttore genere dell’azienda di riferimento d’intesa con il rettore, in conformità ai criteri stabiliti nel protocollo d’intesa tra la regione e l’università relativi anche al collegamento della programmazione della facoltà di medicina e chirurgia con la programmazione aziendale….”; tale Atto, sollecitato e richiesto più volte dalla scrivente O.S., non è mai stato predisposto.
Il Prof. Salvatore Cuzzocrea, dal 2013 al 2019 ha avuto riconosciuto oltre all’indennità di incarico di Programma anche l’indennità di equiparazione assistenziale, ai sensi dell’art. 31 del DPR 761/79 ed anche le indennità accessorie quale il progetto assegnato extradebito orario allo stesso Programma da Egli diretto nonostante dal 18.04.2018 a oggi ricopra la carica di Magnifico Rettore della stessa Università (Allegato 8); difatti come affermato più volte pubblicamente, Egli giustifica la presenza, in gran parte presso l’AOU come lavoro istituzionale, e pur non completando il normale orario settimanale percepisce ed ha percepito anche le indennità accessorie (progetto obiettivo); inoltre come affermato in premessa, dalla delibera di approvazione del progetto si intuisce che il personale afferente al Programma UFA, tra cui anche il Responsabile Prof. Salvatore Cuzzocrea, pare siano stati autorizzati a svolgere il proprio orario di lavoro assistenziale durante il periodo emergenziale in modalità Smart Working.
Poiché quanto suesposto appare in evidente contrasto con le leggi vigenti, si chiede alle Istituzioni in indirizzo e ad ognuna per propria competenza di accertare se vi siano responsabilità civili e penali dei diretti interessati e degli organismi deputati al controllo all’interno dell’AOU Policlinico di Messina.
Si aggiunge infine che il dott. Giuseppe Laganga Senzio, prima delle preannunciate dimissioni, ha delegato alle funzioni di Direttore Generale con delibera 906 del 17.06.2020 (Allegato 9) l’attuale Direttore Sanitario, dott. Antonino Levita, il quale, proprio da codesta O.S. è stato denunciato presso l’autorità giudiziaria per mancanza di requisiti per ricoprire il ruolo di Direttore Sanitario, ma in spregio alla legalità, oltre a ciò Egli è finanche facente funzione Direttore del Dai dei Servizi di recente istituzione, pur non ricoprendo alcun incarico di responsabile di Unità Operativa Complessa all’interno dello stesso Dipartimento, concordato con il Magnifico Rettore (Allegato 10).
Poiché da oltre un anno questa O.S. ininterrottamente si ostina a richiedere l’invio di ispettori ministeriali e regionali, e considerato il clima di paura, omertà e illegalità diffusa che persiste all’interno dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Messina, sotto l’aspetto economico e gestionale, si chiede l’intervento urgente di tutte le Istituzioni Competenti.

Distinti saluti

Messina 6 luglio 2020

Il Coordinatore FGU Dip. Università Messina
Dott. Paolo Todaro

SCARICA Nota Rinnovo Progetto UFA AOU Policlinico Messina


LEGGI ANCHE: